Come comprare bitcoin

C

I Bitcoin

Il 3 gennaio 2009 nacque questa moneta virtuale, ad opera di Satoshi Nakamoto, uno pseudonimo che, secondo alcune indiscrezioni, indica non un unico individuo, bensì un gruppo di persone. I Bitcoin sono una criptovaluta, un termine adoperato per indicare una moneta che esiste esclusivamente sulla rete, priva di una forma materiale di carta o metallo. Ad oggi è la criptovaluta più diffusa nel mondo, usata in molti esercizi ed attività per concedere beni e servizi. Le caratteristiche principali sono:

    • Il numero di Bitcoin che possono essere messi in circolazione è predeterminato. Questo impedisce l’eventuale ulteriore immissione di nuova moneta con distribuzione tra gli utenti se raggiunto il limite massimo che dovrebbe riguardare un arco temporale definito. Tale condizione è dipendente dalla dimensione di 1 mb del blocco dati che consente le transazioni. Questa caratteristica impedisce anche la possibilità che si verifichi inflazione;
    • Il sistema di circolazione di questa moneta virtuale si basa su una rete Peer to Peer. Il funzionamento è quello attraverso il quale milioni di utenti nel mondo scambiano tra di loro file. I computer connessi alla rete funzionano come nodi, tra essi è assente qualsiasi gerarchia, facendo venire meno la possibilità di un nodo centrale con proprietà superiori agli altri;
    • Non esiste una banca centrale, alcuna autorità con poteri tali da modificare, alterare, influenzare oppure immettere nuova moneta a proprio piacimento;
    • Il possesso ed il trasferimento dei Bitcoin è anonimo. I dati relativi a questa moneta virtuale possono venire salvati su uno o più computer, oppure mantenuti su sistemi di terze parti che svolgono un ruolo simile alle banche.
    • La proprietà dei Bitcoin risulta attraverso dei registri presenti in ogni nodo. Questo consente di impedire una doppia spesa della moneta oppure l’attuazione di eventuali raggiri;
    • I Bitcoin, come la moneta reale, può venire spesa per l’acquisto di beni e servizi, ma esclusivamente presso quei venditori che l’accettano;
    • Per comprare o vendere Bitcoin serve avere un portafoglio virtuale;

Il portafoglio virtuale

Il wallet è il portafoglio virtuale, indispensabile per comprare o vendere Bitcoin. Per iniziare basta scegliere uno dei client presenti in rete, cioè un software che permette di eseguire le operazioni di transazione della moneta virtuale.

I principali wallet si possono trovare su Quora, in futuro faremo un articolo in italiano dettagliato. Se decidete per un software locale, basta scaricarlo, installarlo e lanciarlo, poi serve scegliere la cartella di destinazione dove verranno salvati i dati.

Appena completata questa fase, è importante attivare la cifratura del proprio portafogli virtuale recandosi su impostazioni. In seguito il wallet si sincronizzerà con la rete Bitcoin, cioè procederà a scaricare la blockchain, il registro contenete il database in cui vengono annotate tutte le transazioni dei Bitcoin. Ad ogni utente viene assegnato un indirizzo email Bitcoin, che viene generato casualmente ed è simile al seguente:

1P6Ns552X6Bm2U77QzreWoCFsHWNjEy7qp (non usatelo è fittizio)

Attraverso questo indirizzo potrete comprare, accumulare, inviare bitcoin.

Come si comprano i Bitcoin

Questa moneta virtuale esiste esclusivamente in formato digitale, tutte le transazioni che la riguardano vengono registrati sulla Blockchain. Essa è un databaseche memorizza ogni operazione realizzata usando Bitcoin, sia che riguardi la vendita ed acquisto della stessa moneta virtuale sia che abbia ad oggetto beni o servizi. Ogni database viene memorizzato sui nodi che formano la rete Bitcoin, poiché come già indicato non esiste un’autorità centrale. Questo garantisce la liberta del mercato e la sicurezza delle transazioni. Per acquistare questa moneta virtuale possiamo:

  • Connetterci ad uno dei siti simili a Bitboat, come Bitstamp o Postebit, molto usata in Italia. Poi serve solamente scegliere quanta moneta virtuale vogliamo comprare, eseguire il pagamento con bonifico, recandoci presso una ricevitoria oppure alle poste. Alcuni siti consentono il pagamento con Paypal e PostePay. Questo sistema consente di ricaricare il nostro portafoglio digitale di Bitcoin;
  • Un secondo metodo consiste nell’affidarsi ad un agente di cambio, un exchange che comprerà Bitcoin per nostro conto. Alcuni di questi sono Coinbase (se usate questo link per fare l’acquisto vi verrà dato un bonus di 8 euro), Kraken e Therocktrading. L’acquisto e la vendita in questi casi consente di godere di una apprezzabile sicurezza;
  • Terzo metodo è la compravendita tra privati. Esistono molti forum dove si possono acquistare o vendere Bitcoin. Tuttavia rispetto ai modi precedenti non forniscono una reale sicurezza. Infatti si può incorrere nel rischio di venire truffati, per questo conviene prima ottenere l’accredito di Bitcoin e poi procedere con il pagamento richiesto. Inoltre quasi sempre ci sarà un cambio leggermente più svantaggioso di quello reale.

Comprare Bitcoin con PayPal e PostePay

Alcuni siti che vendono la moneta virtuale permettono il pagamento attraverso le piattaforme di PayPal e PostePay. Il sito VirWox permette di vendere Bitcoin in cambio di valuta reale attraverso PayPal. In alternativa la carta di debito Wirex consente di associare paypal come fonte di denaro per l’acquisto di bitcoin (ecco un tutorial completo).

Nei casi in cui si acquista moneta virtuale su internet usando il servizio PayPal, dobbiamo ricordare che:

  • I Bitcoin vengono venduti secondo un tasso di cambio corrente;
  • Il servizio esige il pagamento di una commissione per ogni transazione;

Anche PostePay è accreditato come strumento di pagamento presso alcuni exchanger o siti internet per la vendita della moneta virtuale. Basta selezionare la relativa voce quando si provvede all’acquisto dei Bitcoin.

In alternativa consigliamo di provare Postebit  che consente di comprare bitcoin con la postepay, con la ricarica sisal o nelle tabaccherie.

Inoltre ricordiamo che eBay permette entrambi i metodi di pagamento per effettuare le transizioni sula propria piattaforma, sempre se il venditore accetti i Bitcoin come valuta.

Bitcoin mining e Bitcoin faucet

Oltre alla compravendita di Bitcoin, esistono altri due modi per ottenere questa moneta virtuale senza ricorrere a intermediari oppure connettendosi a forum e comprando da privati. Essi sono:

  • Bitcoin mining: questa procedura consente all’utente di creare un sistema hardware e sofware che entrerà a fare parte del P2P della rete Bitcoin con funzione di nodo. Per meglio facilitare la possibilità di generare moneta virtuale, urge adoperare appositi sistemi ASCI la cui potenza di calcolo permette di eseguire le difficili operazioni matematiche che consentono la generazione di questa moneta virtuale. Come sistema non è molto redditizio, poiché è facile che le spese superino di molto gli introiti, per questo conviene solitamente entrare a fare parte di un pool, ovvero un gruppo di persone che svolgono la medesima attività;
  • Bitcoin faucet: è una procedura che permette di ottenere porzioni della moneta virtuale, cioè i satoshi, collegandosi a siti internet che regalano questa moneta virtuale a scadenze regolari. Ciò avviene per incrementare la diffusione dei Bitcoin;

 

Altro su Bitcoin

Cosa è il bitcoin mining ?

Cosa è il bitcoin mining ?
Il Bitcoin, il cui codice è BTC oppure XBT, nasce il 3 gennaio del 2009 come criptovaluta o moneta virtuale ad opera di Satoshi Nakamoto. Quest’ultimo, secondo le teorie più...

Leggi tutto

Cosa è un bitcoin faucet

Cosa è un bitcoin faucet
I Bitcoin e come ottenerli Parliamo della criptovaluta più diffusa a livello mondiale, una moneta virtuale adatta all’acquisto di beni e servizi dai venditori che l’accettano. I Bitcoin sono uno...

Leggi tutto

Quanto vale il bitcoin ?

Quanto vale il bitcoin ?
Quotazione odierna In questa pagina è disponibile il valore giornaliero del bitcoin in dollari ed euro, un calcolatore interattivo che consente di analizzare un importo qualsiasi e un grafico che...

Leggi tutto

Commenti Facebook